Category Archives: Dicembre

“Immaginate una piccola stalla illuminata fiocamente dalla lampadina da 25 candele, quattro bovine alla greppia, buttate sullo strame odoroso di timo e felci, che ruminano placide nelle penombre. E un bambino che segue il lavoro del padre che gli sta costruendo lo slittino. È arrivato il momento di forare i traversi, la trivella penetra fonda nel legno secco, il bambino aspetta di veder la punta spuntare dall’altra parte. “Veditu a punta?”, chiede il padre, “sii sii ecoea, a vedo”, grida il bambino eccitato. Pochi giri ancora, poi il padre estrae la trivella e cadono i trucioli: sono belle elicoidi di legno secco e odoroso, il bambino le raccoglie e se le porta al naso, aspira avidamente quell’effluvio di legno svelato. È l’odore della sua slitta, è buon odore di tiglio”. Tajàro è la parola valligiana per tiglio: i riferimenti etimologici sono scarsi, ma si suppone abbia a che fare con…

Read more

1/1